Category Archives: Alberghi

Pulizie in hotel: 5+1 ragioni per sanificare le camere d’albergo

img-articolo-1-ottobre-2019-1

Gli ambienti da curare all’interno di un hotel sono i più diversi: bisogna dedicarsi alla pulizia delle singole camere, intervenire nella hall e nelle sale comuni, tenere in ordine i servizi igienici e gli altri spazi di servizio come gli ascensori, la cucina e la dispensa. Le camere d’albergo, in particolare, sono gli ambienti dove più bisogna prestare attenzione all’igiene, perché i clienti si susseguono rapidamente e la pulizia è il primo parametro di valutazione quando si arriva in albergo. Insomma, tutti esigono una stanza pulita e profumata e solo disinfettando accuratamente tutte le superfici – mobili, pavimenti e tessuti – l’hotel può soddisfare le aspettative del cliente. 

Nei casi in cui vi siano soggetti allergici o che soffrono di patologie a carico del sistema respiratorio igienizzare e decontaminare l’ambiente da microrganismi e odori è ancora più importante. Anche in questo caso, la cura e l’attenzione al benessere degli ospiti è l’indice che più di ogni altro permette di distinguere un hotel di qualità da un altro. Per farlo, e assicurare il massimo del comfort a chi ha scelto il nostro albergo, il metodo migliore è sanificare la camera regolarmente con l’ozono.

Cosa si intende per sanificazione con l’ozono

Da oltre 20 anni, la tecnologia mette a disposizione dei proprietari di alberghi, resort, bed & breakfast e strutture ricettive dispositivi all’ozono in grado di rimuovere simultaneamente ogni genere di microrganismo, allergene e odore presente nell’aria.

Le normali pulizie delle camere d’albergo sono utili per togliere la polvere, eliminare le macchie dai tessuti e detergere le superfici del bagno, ma la sanificazione con l’ozono rappresenta l’operazione “di rifinitura” che agisce ancora più in profondità e rende l’ambiente perfettamente disinfettato e decontaminato.

Sanificare con l’ozono significa quindi eliminare tutti i microrganismi presenti nell’aria (batteri, germi, virus, muffe, funghi, pollini), gli agenti inquinanti (residui chimici di detersivi, candele, vernici) e i cattivi odori di qualsiasi natura organica e inorganica (fumo, cibo, liquidi biologici, animale, muffa, vernici, solventi,  etc…). Disinfettando perfettamente l’ambiente, lo rende inospitale per i piccoli animali infestanti come acari, pulci, zecche, blatte, formiche, scarafaggi, cimici, etc….allontanandoli dalle camere e da ogni altro ambiente sanificato, come ad esempio gli spazi comuni, la cucina e la dispensa. Ma scopriamo insieme quali sono i 5+1 motivi per i quali sanificare con l’ozono le camere d’hotel conviene.

5+1 ragioni per sanificare le camere d’albergo

img-articolo-1-ottobre-2019-2

Sanificare le camere d’albergo porta con sé notevoli benefici sia in termini di igiene e risparmio di tempo che di immagine (non c’è nulla infatti di più apprezzato dai clienti di una camera pulita). Ecco i principali:

#1 Solo attraverso la sanificazione con l’ozono si ha la garanzia di aver eliminato al 99,98% tutti i microrganismi 

Non sempre i detergenti chimici sono in grado di farlo. Inoltre, la pulizia è garantita solo laddove l’operatore passi con la spugna e i detersivi e purtroppo non tutte le aree sono facilmente raggiungibili. Si pensi ad esempio allo spazio tra i mobili e i muri, oppure agli angoli, alla base dove appoggiano i sanitari o alle superfici che stanno troppo in alto. L’ozono, invece, essendo un gas, si diffonde nella stanza, disinfettando in modo impeccabile ogni superficie, ogni tessuto e ogni arredo presente nell’ambiente. 

#2 Una stanza pulita non può che migliorare il comfort percepito dai clienti

Eliminando i microrganismi e gli odori l’aria della stanza è sensibilmente più leggera, pulita, salubre e fresca. La sensazione è quella di entrare in un ambiente in cui le pulizie sono appena state fatte e in modo accurato. Far trovare tracce dell’ospite precedente è poco professionale, oltre che poco igienico, e incide in modo negativo sulla percezione del grado di qualità dell’hotel. Sono tantissimi i clienti che per ragioni di svago o di lavoro passano molto tempo in hotel: riuscire a farli sentire a loro agio consente di avere un ritorno d’immagine impossibile da ottenere in altro modo. 

#3 Avrete lo stesso personale che potrà occuparsi di più mansioni e in meno tempo.

Preparare la camera per un nuovo cliente sarà più semplice e veloce.  Una volta occupatosi delle consuete pulizie, l’operatore non deve fare altro che selezionare uno dei programmi automatici preimpostati e avviarlo. Il dispositivo farà tutto il resto, permettendo al personale di dedicarsi ad altro. 

#4 Velocizzare i tempi del check-in? Si può fare!

Bastano pochi minuti di trattamento per eliminare i microrganismi e i cattivi odori dalla stanza e la camera sarà pronta per accogliere un nuovo cliente. Questo aspetto è di fondamentale importanza: si pensi al caso di un cliente che ha fumato in camera o che per vari motivi ha lasciato un odore particolarmente intenso – ad esempio perché ha mangiato in camera del cibo portato dall’esterno (una pizza, del cibo etnico, etc…) o perché aveva con sé un animale di piccola taglia – . Spesso il tempo tra il check-out di un ospite e il check-in di quello successivo non basta per eliminare questi odori, semplicemente aprendo le finestre, perché gli odori si impregnano nei tessuti. L’unico rimedio veloce è quello di sanificare per deodorare e igienizzare l’aria. I normali profumatori per l’ambiente non sembrano essere il rimedio più giusto, perché non eliminano gli odori ma li coprono solamente e per un tempo limitato.

#5  Migliore immagine=migliori recensioni per l’albergo

Ogni proprietario e manager d’albergo sa che la valutazione lasciata online dai clienti ha un’importanza fondamentale, specie quella che riguarda l’igiene della struttura. Questo aspetto è determinante sia in fase di scelta della struttura sia di valutazione dell’esperienza di soggiorno tramite una recensione sui vari portali disponibili in rete. Quando si entra in camera la prima cosa che si nota è la presenza o meno di odori e si verifica lo stato di pulizia generale. Adottando la sanificazione con l’ozono come prassi, avrete la sicurezza di superare entrambi gli esami a pieni voti!

#5+1 Sarà un altro modo per distinguersi dal coro 

Vale a dire dalla concorrenza. La sanificazione con l’ozono al giorno d’oggi è una pratica di igiene e prevenzione ancora poco diffusa nel settore alberghiero. Adottarla significa poter offrire ai propri clienti un servizio esclusivo e soprattutto distintivo rispetto ai concorrenti. Essere tra chi sceglie di offrire un servizio così orientato al benessere e al comfort degli ospiti può fare la differenza nella fase di scelta operata dai clienti.

Guarda il video di Julia Maria, titolare della guest house di lusso Palazzo Monga di Verona.

Igienizzare le stanze d’albergo: la scelta vincente

img-articolo-1-ottobre-2019-3

Per tutti i motivi sopra elencati, sanificare le stanze d’albergo in modo professionale è la scelta vincente. Igienizza, deodora e decontamina l’aria in modo semplice e veloce ed è una soluzione efficace e completamente naturale che rispetta l’ambiente.

Potrai far respirare ai tuoi clienti aria salubre e deodorata, diventando una Sanity O-Zone, la rete di strutture ricettive che offre ai propri ospiti il servizio esclusivo di igienizzazione e deodorazione delle proprie stanze con il metodo sicuro e certificato Sanity System. Le Sanity O-Zone sono riconoscibili in tutta Italia grazie alla vetrofania esposta all’ingresso e all’attestato di appartenenza all’interno dei locali.

Entra a far parte della rete Sanity O-Zone! Metti al primo posto la salute e il benessere dei tuoi clienti e rispondi alle loro aspettative sul servizio e livello di igiene e sicurezza microbiologica

Come controllare se la camera d’albergo è pulita

camera d'albergo sanificata con l'ozono

C’è un modo per capire se una stanza d’albergo è stata pulita a dovere? Come possiamo essere sicuri che germi e batteri siano stati eliminati con cura? Ecco alcuni consigli su come valutare il livello di pulizia di una stanza d’hotel, una volta arrivati a destinazione o ancora prima di prenotare.

Quando si ha in previsione una vacanza, scegliere in quale albergo dormire prima di partire può sembrare una cosa semplice, ma non lo è affatto. Ci sono aspetti che possiamo controllare prima di prenotare, come i servizi offerti, la posizione, il prezzo e come si presentano in generale l’hotel e le stanze, ma ciò che non possiamo verificare è se la nostra camera d’albergo, quella che abbiamo visto online e che ci piace tanto, sarà pulita e accogliente o se, al contrario, ci riserverà delle brutte sorprese. Perché, diciamoci la verità, una volta arrivati sul posto, possiamo anche accontentarci di una sistemazione un po’ più sobria del previsto o di fare qualche metro in più per raggiungere il centro città, ma se la stanza è sporca è inevitabile rimanere delusi e iniziare la vacanza con il piede sbagliato.

Al contrario, una stanza pulita e in ordine è, invece, il primo segnale che ci rassicura sulla qualità dell’hotel e ci conferma di aver effettuato una buona scelta.

C’è un modo per capire se una stanza d’albergo è stata pulita con cura? Possiamo essere sicuri che batteri, acari e germi siano stati eliminati dal luogo dove vorremmo rilassarci e stare tranquilli? Ecco alcuni consigli su come fare per valutare il grado di pulizia di una stanza d’hotel.

Pulizia della camera d’albergo: inizia dalla biancheria da letto

sanificazione con ozono di camere d'hotel

Prima di disfare le valigie, dedica qualche minuto ad una breve ispezione della biancheria da letto: federe, lenzuola e soprattutto copriletto. Presta particolare attenzione a quest’ultimo perché, come noto, non viene sostituito ad ogni cambio d’ospite, come le lenzuola, ed è qui che trova rifugio la maggior parte dei germi e dei batteri presenti nella stanza. Inoltre, se sul materasso o sulle federe dei cuscini noti delle piccole macchie marroni, con tutta probabilità la stanza già accoglie delle “ospiti” indesiderate, ovvero, delle cimici da letto, che lasciano queste piccole tracce della loro presenza quando scappano dalla luce del giorno o dai rumori.

La pulizia del bagno: attenzione ai pericoli invisibili

sanificazione con ozono di camere d'albergo

Le condizioni del bagno sono fondamentali per avere una stanza d’albergo confortevole, ma per essere sicuri che tutto sia in ordine, non basta controllare se i sanitari sono stati igienizzati o se gli asciugamani sono freschi di bucato. In bagno possono nascondersi piccolissimi pericoli invisibili a cui non siamo abituati a pensare. Sul piatto doccia e sulle pareti possono celarsi, infatti, muffe e funghi, nell’aria e sulle superfici possono viaggiare batteri e virus. La presenza di questi microrganismi in un ambiente è un campanello d’allarme per il comfort della stanza e un serio pericolo per la salute di chi vi soggiorna.

Mobili e suppellettili: togliere la polvere non basta

sanificazione con ozono di camere d'albergo

La prima cosa che facciamo per controllare se un stanza è pulita è osservare quanta polvere è posata sugli arredamenti, sulle lampade e sulle superfici di comodini e scrivanie. Gli addetti alle pulizie talvolta si limitano a spolverare in maniera superficiale, ma anche una semplice passata di straccio non basta per eliminare davvero i batteri e microrganismi lasciati dagli ospiti precedenti.

Odori in camera, occhio alla qualità dell’aria

Una delle prime cose che si notano entrando in una camera d’albergo è l’odore, il primo e più importante indicatore delle condizioni igieniche e della salubrità della stanza. Una camera in buone condizioni ha un’aria pulita, fresca e leggera, perché libera dai batteri e dagli odori di chi c’è stato prima di noi.

Le pulizie tradizionali non bastano

Gli addetti alle pulizie possono essere i più bravi e affidabili professionisti del pulito, ma se gli strumenti o le procedure utilizzate non sono adatte, il problema dell’igiene rimane. Scope, aspirapolvere, spugne e guanti spesso non vengono cambiati per pulire le diverse zone (camera e bagno) e nemmeno sostituiti di stanza in stanza, con il risultato di portare da una stanza all’altra germi, virus e batteri e contaminare anche gli spazi puliti. Alle volte non è nemmeno una questione di procedure poco idonee, ma di essere consapevoli che le pulizie tradizionali non sono una pratica sufficiente per assicurare un’igiene perfetta.

Ma esiste una soluzione?

La risposta è sì ed è la sanificazione con l’ozono, un metodo 100% naturale, che in pochi minuti elimina dalla stanza oltre il 99% dei batteri e dei cattivi odori. La sanificazione con l’ozono della stanza d’albergo viene effettuata prima del tuo arrivo, dopo la consueta pulizia con i tradizionali detergenti chimici. L’igiene ottenuta è totale, perché oltre a eliminare agenti patogeni e allergeni, rimuove anche i residui volatili degli stessi detergenti. Il risultato? Stanza più confortevole, esperienza piacevole in albergo, giudizio positivo sul servizio e buona reputazione dell’albergo.

Come verificare se la stanza viene sanificata, prima ancora di partire

sanity-o-zone-ombra

Prima di partire da casa, verifica che l’hotel che hai deciso di prenotare faccia parte delle strutture che effettuano la sanificazione con l’ozono delle stanze con il metodo Sanity System. Per scoprirlo, basta controllare che sul sito dell’hotel o all’ingresso, sia apposto il segno distintivo “Sanity O-Zone”, a garanzia della presenza del servizio di sanificazione in quella struttura.