Sanificare una camera d'hotel: trucchi e check-list

  • Condividi

Garantire un soggiorno indimenticabile ai propri ospiti è l’obiettivo di ogni albergatore. Il successo è fatto di attenzione per i dettagli e corretta pulizia delle camere. In questo articolo, trovi alcuni trucchi per sanificare le camere d’hotel e una utile check-list per verificare che tutto sia sempre perfetto!

Un hotel confortevole e con una vasta gamma di servizi è ciò che ogni cliente cerca e si aspetta quando decide di soggiornare lontano da casa. Che sia per lavoro o villeggiatura, un soggiorno si conferma gradevole quando ci sono le giuste comodità, una bella atmosfera e la cortesia del personale. Ma un'esperienza piacevole non può dirsi tale quando pulizia e sanificazione degli ambienti non siano davvero accurate. Una delle prime cose che gli ospiti fanno appena entrati è infatti verificare la pulizia della camera d’hotel e degli altri ambienti. Proprio per questo, procedere abitualmente alla sanificazione delle camere d’hotel, della zona ristorante e della reception, può garantire ai tuoi ospiti un soggiorno gradito e sicuro, che vorranno senza dubbio ripetere!

Housekeeping e sanificazione della camera d’hotel: la check-list salvatempo

Per chi si occupa di hospitality, sanificare una camera d’hotel è quindi una prerogativa. Dal momento che, carica microbica incontrollata e cattivi odori potrebbero compromettere la reputazione della vostra struttura, è importante seguire alcuni passi per organizzare al meglio le attività di pulizia del proprio personale, in modo da non lasciare nulla al caso. Durante le procedure di pulizia e sanificazione delle camere d’hotel, potete seguire la check-list che trovate qui di seguito: con una lista di cose da fare sotto mano, non dimenticherete niente e potrete ottimizzare le tempistiche di pulizia e stabilire una procedura di sanificazione standard, per garantire un soggiorno in totale comfort e sicurezza ai vostri ospiti e farli sentire come a casa.

Come sanificare una camera d’hotel in modo perfetto? Quali trucchi potete adottare per ottimizzare e velocizzare le attività di housekeeping e distinguervi dalla concorrenza per igiene e cura dei dettagli?

Come sanificare una camera d’hotel

La procedura da seguire per sanificare una camera d’albergo inizia dalle normali attività di pulizia e igienizzazione della stanza: ricordiamo, infatti, che prima vanno rimossi i residui di cibo, lo sporco grossolano, la polvere e le macchie con prodotti igienizzanti e solo successivamente si può procedere a sanificare la camera d’hotel da microrganismi di ogni tipo (batteri, virus, muffe, spore, etc…) odori e allergeni. Vediamo dunque nel loro insieme i passaggi fondamentali da seguire per una sanificazione ottimale delle camere d’hotel.

Pulire e igienizzare il bagno

I servizi igienici sono senza dubbio uno dei luoghi dove si annidano di più i germi e i batteri. Proprio per questo, è necessario che la pulizia cominci dal bagno, con spugne e stracci dedicati a questa zona della stanza. Iniziate pulendo la tazza e i sanitari sia internamente che esternamente, spolverate il mobilio e pulite attentamente gli specchi. Ricordatevi di provvedere al cambio quotidiano della salviette da bagno, inoltre, non dimenticate di fornire o rifornire il kit di cortesia: bagnoschiuma, sapone, ma anche schiuma da barba o dentifricio, un’attenzione che gli ospiti non mancheranno di notare.

Un piccolo promemoria: per le pulizie in hotel, è opportuno avvalersi della procedura di pulizia che rispetta il codice colore. Il codice colore è un manuale (conforme al D. Lgs n. 81/08) utile a organizzare le forniture d’albergo indicate per la pulizia degli spazi. Le diverse attrezzature e detergenti utilizzati per la pulizia e la sanificazione delle camere d’hotel, devono rispettare i colori regolati da questo codice, al fine di evitare contaminazioni batteriche da un ambiente all’altro.

Spolverare e lavare la camera

Il pavimento è senza dubbio una delle zone che necessitano di maggior pulizia in una camera d’hotel: scarpe impolverate o infangate, capelli e peli di animale possono essere causa di tanto sporco e macchie. Aspirate e lavate il pavimento con detersivi professionali, per far sì che sia sempre impeccabile. Per tappeti e moquette può essere utile arricchire la vostra dotazione macchine con un estrattore iniettore, uno strumento perfetto per eliminare macchie evidenti e incrostate dai tessili da pavimento. 

Non dimenticate di pulire anche le altre superfici della stanza, dalla testiera del letto alle applique, dai comodini a tutto ciò che viene più di frequente toccato con le mani come maniglie e telecomandi. Il frigo bar, anch’esso va pulito e rifornito ad ogni cambio ospite. Ricordate sempre di passare esterno e ripiani con un panno umido e di spolverare con attenzione, onde evitare che la polvere finisca nel circuito refrigerante e causi disagi e costi di manutenzione. 

Lavare le forniture tessili per hotel e b&b

Che decidiate di occuparvi voi stessi del lavaggio o che vi affidiate a una ditta esterna, è importante ricordare che tessuti, tendaggi e moquette devono essere anch’essi puliti e sostituiti con frequenza. Le lenzuola, ad esempio, vanno cambiate al massimo ogni tre giorni (nel caso di un soggiorno prolungato dello stesso ospite), gli asciugamani invece vanno sostituiti ogni giorno. Se non disponete di biancheria da letto e forniture alberghiere anallergiche, un’accortezza da adottare a ogni cambio ospite, può essere utilizzare uno spray antiacaro su materasso, cuscini, divani e poltrone.

Sanificare la camera d’hotel con l’ozono

Una volta conclusa la pulizia degli ambienti con la rimozione di polvere e sporco, procedete a rendere la stanza perfettamente salubre e accogliente con un trattamento sanificante complessivo, mediante una macchina per la sanificazione a ozono per hotel capace di abbattere la carica microbica e gli odori contemporaneamente.

In un mondo in cui si fa sempre più attenzione all’igiene e alla sicurezza, potreste considerare di arricchire le vostre forniture alberghiere proprio con una macchina di questo tipo, automatica e versatile (può essere spostata di stanza in stanza e sanificare anche gli altri ambienti dell’albergo come cucina, ristorante, toilettes, zona wellness & SPA, deposito sci e scarponi, etc..) che in tempi brevi è in grado di sanificare interamente le vostre camere da odori, batteri e microrganismi, difficilmente eliminabili con la sola detersione e pulizia.

Una delle forniture alberghiere che non dovrebbe mancare, se avete piccole o grandi criticità da gestire che possono impattare sul livello di salubrità e igiene della struttura: camere senza finestra, l’accettazione degli animali domestici, stanze chiuse da tempo o ancora stanze che danno su cavedi o che affacciano sul retro di bar e ristoranti sono tutte situazioni che provocano cattivo odore, difficile ricambio d’aria e proliferazione di batteri.

Gli ozonizzatori sono un valido aiuto per il mondo dell’hotellerie, proprio come racconta Julia Maria Cardoza, titolare di Palazzo Monga Boutique Guest House a Verona, e terminare la pulizia delle camere con la sanificazione a ozono comunica ai clienti una maggiore attenzione nei loro riguardi, un’attenzione che verrà senza dubbio ripagata.

Se anche tu desideri sanificare con l’ozono le tue camere d’hotel e inserire un ozonizzatore professionale tra le tue forniture alberghiere, chiama al numero 045.9810880 oppure compila il form qui.



  • Condividi

Vuoi ricevere altri articoli come questo? Iscriviti alla nostra newsletter

Il tuo indirizzo e-mail viene utilizzato solo per inviarti consigli, notizie e promozioni da Sanity System. Puoi in qualsiasi momento utilizzare il link per annullare l?iscrizione integrato nelle nostre comunicazioni. Ulteriori informazioni sulla gestione dei tuoi dati e dei tuoi diritti.