Aprire e gestire un centro anziani: come farlo in sicurezza

  • Condividi

Sempre più richiesti, i servizi per la terza età necessitano di una organizzazione particolarmente accurata. Come aprire e gestire un centro di assistenza per anziani? Quattro consigli affinché tutto funzioni.

In un paese come l’Italia dove l’indice di anzianità continua a essere in aumento rispetto alle nascite, aprire un centro diurno per anziani o un circolo per anziani significa dare sostegno alle persone più in là con gli anni e un buon servizio alla comunità intera, ma anche creare opportunità di business. I centri servizi per anziani così come tutte le attività che ruotano intorno agli over 70 sono oggi realtà che rappresentano un aiuto per le famiglie e un contributo importante per l’economia.

Aprire e gestire un centro anziani significa mettere al primo posto la cura e la sicurezza degli ospiti: come ha dimostrato l’emergenza sanitaria, quando in gioco c’è la salute degli individui più fragili, le precauzioni da prendere non sono mai troppe.

Quando si intende aprire un centro di assistenza per anziani l’opportunità lavorativa e imprenditoriale deve sempre andare di pari passo con la natura assistenziale dell'attività.

Come aprire un centro anziani: consigli utili

L’assistenza funzionale o di compagnia è molto richiesta e deve prevedere i giusti accorgimenti per essere avviata. Chi frequenta un centro per anziani diurno o un circolo per anziani si aspetta sempre professionalità degli operatori e sicurezza degli ambienti, pertanto è bene adottare tutte le accortezze per aumentare il benessere di ospiti e dipendenti e garantire un ambiente piacevole e pulito. 

Ecco alcune indicazioni da seguire per aprire e gestire un centro servizi per anziani in tutta sicurezza:

#1 Informarsi sulle corrette procedure burocratiche da seguire 

Ancor prima di pensare a come gestire i servizi e organizzare gli ambienti, buona cosa è avviare l’attività seguendo il corretto iter burocratico. Verificate sempre di avere le carte in regola: sarà il miglior modo per partire e il miglior biglietto da visita per chi si vuole affidare a voi per la cura dei propri cari. Il percorso burocratico prevede l’apertura della partita IVA, l’iscrizione alla Camera di Commercio, la regolarizzazione delle posizioni Inps e Inail e la comunicazione di inizio attività al Comune.

#2 Predisporre un ambiente sicuro e terapeutico

Gli edifici che ospitano gli anziani sono tutelati dalla normativa generale in materia di agibilità e sicurezza e da prescrizioni regionali. Per prima cosa dunque, verificate che l’edificio dove intendete aprire il vostro centro di assistenza per anziani sia a norma in materia urbanistica, edilizia, prevenzione incendi, sicurezza e igiene. 

Verificate poi che l’ambiente sia privo di ostacoli e barriere architettoniche e, se necessario, attrezzate gli spazi con montascale e pedane. Anche i servizi igienici devono essere facilmente accessibili, con antiscivoli e maniglioni per appoggiarsi e non cadere. In ultimo, è necessario che vi sia un’adeguata aerazione e illuminazione, oltre a una corretta temperatura e al controllo dell’umidità. Scegliete un luogo confortevole, se possibile vicino ai centri abitati e dunque facilmente raggiungibile dagli utenti.

#3 Selezionate personale qualificato per l’assistenza e le attività di svago

L’apertura di un centro ricreativo per anziani non potrebbe funzionare senza l’aiuto del giusto team. Selezionare personale qualificato non è sempre sufficiente, gli operatori devono essere dotati di delicatezza, empatia e capacità umane adatte agli utenti con cui avranno a che fare. Inoltre, cercate sempre di organizzare attività giornaliere stimolanti, degne di un circolo per anziani attento e ben gestito. Fate in modo di stimolare sia la sfera cognitivo-comportamentale delle persone, sia quella motoria. Fate sì che le attività siano sempre svolte in sicurezza, con il giusto numero di personale e in ambienti controllati. 

#4 Stabilite una corretta procedura di igiene e sanificazione

Compito del direttore e del personale di un centro diurno per anziani è anche quello di avviare corrette procedure di pulizia e sanificazione. In ambienti così a rischio, dove la maggior parte delle persone ha un sistema immunitario indebolito dall'età, è bene essere rigorosi in fatto di igiene, per evitare la proliferazione dei batteri e la comparsa di infezioni. Dopo una corretta procedura di pulizia standard – arieggiare regolarmente, passare tutte le superfici con i detergenti, ripulire i filtri dell’aria, etc… – mettete in sicurezza tutte le zone del centro servizi per anziani utilizzando un sanificatore per ambienti a ozono. Un macchinario professionale, capace di sanificare da microrganismi e odori gli spazi utilizzati quotidianamente dagli utenti, dall’aria ai tessuti di divani e poltrone al mobilio utilizzato per le attività. Un macchinario per certi aspetti simile a un purificatore d’aria, anche se tra un purificatore e un sanificatore per ambienti ci sono molte differenze che è bene conoscere. 

Se avete intenzione di aprire un centro anziani e volete conoscere meglio il funzionamento dei nostri sanificatori per ambienti all’ozono, chiamate allo 045.9810880 oppure compilate il modulo che trovate qui.

 



  • Condividi

Vuoi ricevere altri articoli come questo? Iscriviti alla nostra newsletter

Il tuo indirizzo e-mail viene utilizzato solo per inviarti consigli, notizie e promozioni da Sanity System. Puoi in qualsiasi momento utilizzare il link per annullare l?iscrizione integrato nelle nostre comunicazioni. Ulteriori informazioni sulla gestione dei tuoi dati e dei tuoi diritti.