Biosicurezza in farmacia: cosa fare per migliorarla

  • Condividi

Il termine biosicurezza viene impiegato frequentemente in ambito sanitario, dove più alto è il rischio di esposizione ad agenti potenzialmente infettivi. Anche la farmacia, primo presidio sanitario per il cittadino, rientra tra i luoghi a rischio, condividendo con ospedali e ambulatori le stesse esigenze di rigorosa sanificazione degli ambienti. Scopriamo insieme come medici e collaboratori possono sfruttare l’ozono in farmacia per migliorare la biosicurezza e la qualità del loro ambiente di lavoro.

Biosicurezza in farmacia: dalle pulizie alla disinfezione

La farmacia presenta le caratteristiche tipiche del locale pubblico e, al contempo, dell’ambiente sanitario. Come il primo, è un luogo di passaggio molto frequentato, dove i prodotti esposti sugli scaffali vengono più volte toccati e spostati da persone diverse. Come il secondo, è meta di individui potenzialmente infetti o portatori di patologie trasmissibili per via aerea o per contatto. Questa duplice caratteristica rende la farmacia uno spazio in cui i medici e i collaboratori hanno la concreta possibilità di essere contagiati, circostanza che pone l’esigenza di sanificare gli ambienti e l’aria, seguendo procedure simili a quelle che si utilizzano per sanificare gli studi medici.

Due sono gli step fondamentali per garantire la biosicurezza in ambito sanitario e, in particolare, la biosicurezza in farmacia:

  • La pulizia accurata per rimuovere polveri e sporcizia dalle superfici (pavimenti, bancone, ripiani, etc.), dagli oggetti e dalle merci in esposizione. Si inizia con l’asportare con un panno pulito lo sporco superficiale visibile, habitat ideale di germi e batteri. Si passa a detergere con prodotti a base di sapone e/o altri tensioattivi, frizionare le superfici, risciacquare con acqua tiepida e, infine, asciugare e arieggiare.
  • La disinfezione rigorosa volta a rimuovere il più possibile germi ed elementi patogeni, soprattutto concentrando l’azione disinfettante sulle superfici più manipolate come maniglie e prodotti esposti. Si procede con l’utilizzo di un panno diverso da quello usato per la pulizia e con l’applicazione di prodotti preferibilmente autorizzati come agenti virucidi e biocidi. Poi si frizionano le superfici, si risciacqua con acqua tiepida e si asciuga. Infine, si arieggiano i locali.

Pulizia e disinfezione sono procedure che dovrebbero bastare a eliminare o inattivare i microrganismi, ma talvolta ciò non accade. Perché non si usa il prodotto giusto, perché può capitare di trascurare alcune superfici, perché si fatica a raggiungere i punti nascosti dove ugualmente si depositano i patogeni. Ciò significa che la disinfezione con i soli spray tradizionali può non essere completa e affidabile al 100%.

Ecco allora che è consigliabile un ulteriore step: sanificare gli ambienti con speciali macchinari in grado di igienizzare l’intera farmacia e assicurare il reale abbattimento dei germi nel negozio.

Il rischio biologico in farmacia? Abbattilo con il sanificatore di ambienti a ozono

Per essere sicuri di mantenere la biosicurezza in farmacia, è bene programmare periodici interventi di sanificazione con l’ozono dell’area adibita a negozio e delle zone dedicate a servizi specifici, quali misurazione della pressione, prelievi del sangue, test rapidi e quant’altro. 

L’utilizzo di ozonizzatori professionali come SANY PLUS per sanificare ambienti a elevato rischio contagio, come quelli sanitari, è stato testato con brillanti risultati. L’uso dell’ozono in farmacia garantisce in effetti una serie di vantaggi che concorrono ad aumentare sensibilmente la salvaguardia della biosicurezza in questo contesto. 

Infatti, rispetto ai tradizionali strumenti utilizzati per le operazioni di pulizia e disinfezione, l’ozono ha un raggio d’azione molto più ampio. Utilizzato nella stanza, questo gas naturale penetra ovunque e l’azione di sanificare gli ambienti diventa estremamente efficace, perché igienizza al contempo l’intera stanza e tutti gli oggetti in essa contenuti. Ciò significa che riesce a sanificare anche i punti più nascosti e difficili da raggiungere e che proprio per questo motivo nella maggior parte dei casi vengono trascurati, come ad esempio il retro degli armadi, le scaffalature, tra i prodotti esposti.


Vuoi approfondire l’argomento e sperimentare l’efficacia di SANY PLUS per ottimizzare la biosicurezza nella tua farmacia? Contattaci allo 049.798526 oppure compila il form.



  • Condividi

Vuoi ricevere altri articoli come questo? Iscriviti alla nostra newsletter

Il tuo indirizzo e-mail viene utilizzato solo per inviarti consigli, notizie e promozioni da Sanity System. Puoi in qualsiasi momento utilizzare il link per annullare l?iscrizione integrato nelle nostre comunicazioni. Ulteriori informazioni sulla gestione dei tuoi dati e dei tuoi diritti.