Odore di muffa in negozio: l'ozonizzatore serve veramente?

  • Condividi

Un locale accogliente e ben pulito è fondamentale per un’attività aperta al pubblico. Cosa fare se compare della muffa sui muri e come eliminarne l’odore e prevenirne la ricomparsa? Scopritelo in questo articolo.

Formazione di condensa e odore di muffa: due tra i nemici più temibili di ogni ambiente chiuso. Tanto fastidiosi in casa, diventano un problema ancora più grande quando fanno la loro comparsa in negozio, in salone o nella propria boutique. L’ambiente dove ogni giorno si accolgono i clienti è il bigliettino da visita di qualsiasi attività commerciale e la prima impressione che le persone si formano sul punto vendita deriva proprio da ciò che vedono e dagli odori che percepiscono. Per questo è importante che gli spazi della nostra attività siano sempre puliti, accoglienti, organizzati. In una parola, perfetti. 

Se “prevenire è meglio che curare” è un motto da fare proprio in generale, diventa una vera e propria parola d’ordine quando si parla di muffa. Per evitare la comparsa di questa seccatura e togliere l’odore di muffa dal proprio negozio si devono comprendere le cause della sua formazione, anche per poter individuare quale sia il rimedio migliore al problema.

Quali sono le cause della formazione di muffa in un negozio?

Bianche, verdi o nere le muffe sono microrganismi pericolosi per la salute che proliferano velocemente: differenti per forma e colore, emanano tutte, soprattutto se estese, quel tipico cattivo odore di muffa. Ma perché si formano? Le cause principali sono:

  • condensa: dovuta a sbalzi troppo alti di temperatura tra l’interno e l’esterno, soprattutto nei mesi invernali. La conseguenza è una differenza di pressione tra interno ed esterno, che provoca appunto condensa sui muri e conseguente muffa sulle superfici. Le muffe, infatti, trovano nell’umidità la condizione ideale per proliferare.
  • risalite: in questo caso la formazione di spore e lo spiacevole odore di muffa possono essere causati dall’acqua dal terreno che risale da dentro i muri. Un fenomeno riscontrabile soprattutto in ambienti che si trovano al primo piano (come molti negozi) o in locali sotterranei (come magazzini, seminterrati, etc…)
  • infiltrazioni: dovute a un assente, o non performante, cappotto esterno oppure da tubature che perdono.

Le muffe compaiono principalmente sulle superfici interne – angoli, retro di mobili e scaffalature, pareti dove sono appoggiate le scatole – ma può capitare che intacchino anche gli arredi stessi, i tessuti e le merci.

È bene ricordare che, prima ancora di voler eliminare l’odore di muffa in quanto fastidioso, dovremmo pensare di far fronte al problema a causa della sua pericolosità per la salute. Chi lavora in negozio, infatti, è esposto alle spore della muffa per ore e ore, dato che questi micrororganismi disperdono nell’aria che respiriamo micotossine nocive per l’organismo. Gli effetti si manifestano, in genere, con l’insorgere di allergie e difficoltà respiratorie e attraverso l’indebolimento del sistema immunitario. A questo proposito, sanificare correttamente gli spazi può aiutare a garantire un ambiente accogliente e senza odori per clienti e personale, ma anche evitare che la vostra salute venga danneggiata. Ma come agire, dunque, per debellare e togliere l’odore di muffa?

3 consigli per eliminare le spore e l’odore di muffa

Magazzino, negozio, toilettes per i clienti e ancora mobilio, scaffalature, ripiani e perfino merci: in un punto vendita le componenti sono numerose e vanno protette da qualsiasi agente degradante come muffe e spore. Capire come eliminare la muffa e il suo odore è dunque una priorità. Come fare? 

#1 Utilizzare prodotti antimuffa 

Per togliere l’odore di muffa da mobili, strutture in compensato, vestiti e borse – e, in generale, da tutte le superfici porose – può essere utile utilizzare un apposito prodotto antimuffa. Sono prodotti spesso a base di ipoclorito di sodio (la generica candeggina) che riescono a eliminare quasi immediatamente la muffa superficiale. Di contro, però, potrebbero non eliminare del tutto il problema e rendere le spore della muffa latenti (in attesa dunque, di formarsi sulle stesse superfici già intaccate). Inoltre, la candeggina è tossica e potrebbe non essere possibile accedere immediatamente agli spazi trattati in sicurezza. In ultimo, potrebbe causare danni a superfici e tessuti, rischiando che questi si decolorino con effetto a chiazze o pois, un inconveniente da non sottovalutare se si sceglie di trattare le superfici con candeggina.

#2 Sanificare con un ozonizzatore

Sanificare un ambiente con l’ozono può aiutare sia a sbarazzarsi dello sgradevole odore di muffa, sia a evitare che si riformi, agendo così su un problema che potrebbe ripresentarsi. Si tratta infatti di un metodo multiazione, volto da un lato a bloccare la proliferazione della muffa e dall’altro a eliminare il cattivo odore. Per impiegare l’ozono contro la formazione e l’odore di muffa in negozio bisogna avvalersi di un ozonizzatore professionale, uno speciale dispositivo che elimina le muffe e i microrganismi presenti in un ambiente riuscendo a raggiungere ogni angolo del negozio o della propria attività. L’ozonizzatore riesce a eliminare le muffe, evitando che queste si riformino, senza causare danni a mobili, componenti e tessuti. Inoltre, i sanificatori a ozono professionali riescono a eliminare gli odori causati dalla muffa in modo ecologico e naturale, perché non ha bisogno di detergenti o materiali consumabili per funzionare. Ecco in sintesi spiegato a che cosa serve un ozonizzatore.

#3 Impiegare metodi antimuffa naturali 

Un ulteriore metodo per togliere gli odori di muffa e le muffe dal proprio negozio, è l’utilizzo di metodi naturali. Bicarbonato, olio di melaleuca – soprattutto per i tessuti – saponi specifici per la pulizia di legno e mobili, oli essenziali e acqua ossigenata: sono tutti prodotti che eliminano l’odore di muffa e le spore, ideali per chi non ama impiegare prodotti chimici. Senza dubbio, questi sono dei buoni alleati se l'obiettivo è rimuovere l’odore di muffa, ma non se si vuole bloccare la comparsa e la proliferazione delle muffa. In un negozio, il problema può ripresentarsi più volte, andando a rovinare irreparabilmente pareti, mobili e merce con un conseguente, e non irrisorio, dispendio di denaro. 

Se vuoi avere più informazioni sui nostri ozonizzatori e su come eliminare l’odore di muffa dal tuo negozio ed evitare che puntualmente si ripresenti, contattaci allo 045.9810880 oppure compila il modulo che trovi qui.

 



  • Condividi

Vuoi ricevere altri articoli come questo? Iscriviti alla nostra newsletter

Il tuo indirizzo e-mail viene utilizzato solo per inviarti consigli, notizie e promozioni da Sanity System. Puoi in qualsiasi momento utilizzare il link per annullare l?iscrizione integrato nelle nostre comunicazioni. Ulteriori informazioni sulla gestione dei tuoi dati e dei tuoi diritti.