Organizzare lo studio pediatrico in modo perfetto

  • Condividi

Confortevole, pulito, efficiente: tre caratteristiche che ogni studio pediatrico deve avere per essere considerato affidabile. Organizzare lo studio pediatrico, a partire dalla gestione degli spazi e dell’agenda giornaliera, semplifica il lavoro del pediatra di famiglia e ottimizza l’accoglienza. Quali sono le regole da seguire per gestire uno studio pediatrico a regola d’arte? Scopriamole insieme.

Organizzare lo studio pediatrico? Si può fare!

Non è raro che il pediatra di famiglia svolga la propria professione all’interno di studi pediatrici associati, dove più medici condividono spazi e servizi, dalla segreteria per gestire gli appuntamenti alle pulizie, così da razionalizzare i costi e migliorare l’offerta ai pazienti. A oggi, tuttavia, rimangono più frequenti i casi in cui il pediatra di famiglia riceve da solo nel proprio studio, occupandosi anche dei compiti non strettamente legati alla sua professione, tra cui rispondere al telefono e programmare la sanificazione dello studio medico. Queste incombenze, alla lunga, possono aumentare il carico di lavoro del medico e diventare un inutile (quanto costoso) spreco di tempo ed energie.

Per fronteggiare tali difficoltà senza perdere in professionalità il pediatra di famiglia ha di fronte a sé due strade: ricorrere ai suggerimenti dei colleghi più esperti su come gestire uno studio in totale autonomia, oppure sperimentare da sé differenti modi di organizzare lo studio pediatrico. In un caso o nell’altro, si troverà a gestire cinque aspetti fondamentali – spazi, igiene, tempo, tecnologia, informazione/comunicazione – attorno ai quali ruota la perfetta organizzazione dello studio pediatrico, quella che semplifica la vita del pediatra di famiglia e migliora l’accoglienza e l’assistenza dei piccoli pazienti.

5 regole d’oro per organizzare uno studio pediatrico

Ecco le semplici regole che, applicate sul campo, hanno dato ottimi risultati ai professionisti che hanno scelto di seguirle per ottimizzare qualità e tempi di lavoro.

1) Organizzate gli spazi a misura di bimbo 

La sala d’attesa è il biglietto da visita dello studio pediatrico ed è per questo che va curata con grande attenzione. Se è indispensabile organizzare lo studio pediatrico nel rispetto della praticità operativa e delle norme di sicurezza, è altrettanto importante che gli spazi vengano pensati a misura di bambino: non solo facilità di passaggio per le carrozzine, ma anche tocchi di colore che rallegrino i locali, sedie e tavolini bassi, ceste con giochi e libri di favole con cui poterli divertire e intrattenere durante l’attesa. L’ideale sarebbe poter disporre di due sale d’attesa distinte, una per i bimbi e una per i ragazzi, con distinti arredi e attività da svolgere durante l’attesa. 

2) Assicurate igiene perfetta in tutto lo studio

Lo studio pediatrico è un luogo molto frequentato da genitori, bambini e ragazzi talvolta raffreddati, con la febbre o altri sintomi virali. Per questo, a fine giornata, la carica microbica può raggiungere livelli molto alti, incompatibili con un ambiente sanitario accogliente e sicuro per gli altri pazienti, i loro accompagnatori e il medico stesso. Oltre alle pulizie giornaliere con cui assicura l’igiene quotidiana, ricordatevi di pianificare interventi per sanificare gli ambienti dello studio pediatrico – sala d’attesa, ambulatorio, toilettes, spogliatoio, etc… – per abbattere drasticamente la carica batterica e virale accumulatasi. 

Sanificare lo studio pediatrico è un compito laborioso, ma diventa un’operazione semplice se si utilizzano gli strumenti giusti come, ad esempio, SANY MED 80, una macchina per sanificare potente, ad alta efficienza, completamente automatica e semplice nell’uso. In tal modo, sanificare lo studio pediatrico può diventare un trattamento quotidiano, non solo straordinario, da ripetere ogni sera a chiusura dell’ambulatorio, per ritrovarlo il giorno dopo perfettamente sanificato e deodorato. L’ozonizzatore SANY MED 80 utilizzato tutti i giorni aumenta lo standard igienico dello studio senza fare alcuna fatica e in modo economico, dato che per sanificare utilizza solo corrente elettrica e l’ossigeno presente nell’aria.

3) Organizzate le visite in modo razionale per evitare disservizi e stress

Potete decidere di ricevere solo su appuntamento, ad accesso libero oppure in forma mista (per appuntamento per le visite programmate, libero per le emergenze). Organizzare il ricevimento dei pazienti è un tema cruciale: come fare? Il suggerimento è optare per il ricevimento misto, perché, secondo studi condotti sulla soddisfazione dell’utente, è quello più gradito ai genitori che in tale modalità sentono di poter contare su tempi brevi d’attesa, ma anche su risposte immediate in caso di necessità. In tal modo, come pediatri di famiglia potrete organizzare in modo più razionale gli appuntamenti graduando i tempi di intervento in base alla gravità dei problemi, a vantaggio della qualità del servizio.

4) Attrezzate il vostro studio con strumenti ad alta tecnologia 

Il pediatra di famiglia dovrebbe disporre di attrezzature ad alta tecnologia per potenziare le sue abilità diagnostiche. La tecnologia viene in aiuto del medico anche per la migliore gestione dello studio sotto il profilo dell’organizzazione delle cartelle cliniche, dei referti, dei medicinali e della parte burocratica, considerato che il più delle volte non può contare sulla collaborazione di una segretaria. Il computer con connessione a Internet è un supporto ormai indispensabile per il pediatra di famiglia che voglia ottimizzare il lavoro, relazionarsi con i pazienti, confrontarsi con i colleghi, aggiornarsi on line, e via dicendo. Tuttavia, l’utilizzo delle nuove tecnologie non deve impedirgli di dedicare massimo ascolto, empatia e attenzione al paziente sviluppando con lui un dialogo continuo per costruire un rapporto di fiducia proficuo e duraturo.

5) Facilitate l’informazione e la comunicazione con le persone attrezzando la sala d’attesa

Quando si progetta come organizzare lo studio pediatrico, è bene tenere a mente piccoli accorgimenti nell’arredo che possono aiutare a trasmettere con immediatezza alle famiglie informazioni utili sulle modalità e i tempi del ricevimento e del funzionamento dell’attività. Ad esempio, predisporre delle bacheche o dei semplici supporti che richiamino l’attenzione con dei colori vivaci, per esporre gli orari di apertura e ricevimento, i numeri per contattare il medico o informazioni sui servizi offerti, le linee guida generali (bilanci di salute, calendari vaccinali, visite a domicilio, etc.) o particolari campagne regionali o nazionali di salute. Naturalmente sarà cura del pediatra di famiglia aggiornare costantemente la documentazione per consentire un’informazione sempre precisa e mirata.


Volete sanificare il vostro studio pediatrico nel modo migliore? Contattateci allo 049.7985260 oppure compilate il form che trovate qui.

    

 



  • Condividi

Vuoi ricevere altri articoli come questo? Iscriviti alla nostra newsletter

Il tuo indirizzo e-mail viene utilizzato solo per inviarti consigli, notizie e promozioni da Sanity System. Puoi in qualsiasi momento utilizzare il link per annullare l?iscrizione integrato nelle nostre comunicazioni. Ulteriori informazioni sulla gestione dei tuoi dati e dei tuoi diritti.